Un progetto di DEAR - Design Around, scopri come sostenerci

Cir-Cut | Paper circuits

L’attività affronta il tema dell’elettricità e dei circuiti in modo pratico e ludico. Componendo percorsi con nastro di rame, inchiostro conduttivo, LED adesivi e batterie a bottone, i partecipanti si avvicinano ai concetti di corrente elettrica, polarità, diodo luminoso e apprendono le regole fondamentali per progettare circuiti funzionanti.

Il laboratorio è costruito in modo aperto e i ragazzi possono decidere che cosa realizzare: accessori luminosi, dispositivi per comunicare in codice morse, fino a tatuaggi con inchiostro conduttivo. Alla fine, LED e inchiostro vengono lasciati ai partecipanti, permettendo loro di approfondire quanto appreso. Grazie all’utilizzo di materiali interamente igienizzabili, l’attività può essere realizzata anche in Centro Trapianti.

Circuiti elettrici e LED

I circuiti elettrici sembrano qualcosa di estremamente noioso, come quelle interminabili lezioni di fisica a scuola, nelle quali non si capisce mai niente.

Non è così, e ve lo può assicurare il robottino Cir-cut, che ha dimostrato ai nostri ragazzi quanta creatività possa nascondersi dietro un circuito elettrico. Regis (10 anni) ha addirittura iniziato a parlare, come per magia, dopo aver conosciuto Cir-cut!

È bastato dargli dello scotch di rame, un foglio di carta e una batteria. Meticolosamente e con molta curiosità, seguendo i tracciati che gli avevamo dato, Regis ha fatto illuminare una piccola lucina LED, semplicemente unendo i poli opposti del rame con la batteria, piegando un foglio di carta. Ma abbiamo voluto stupirlo ancora di piú, facendogli costruire un bracciale magico che, sfruttando la semplicità del circuito con il filo di rame, si illumina.

Quando se l’è visto al polso, opera delle sue stesse mani, Regis non solo ci ha regalato un sorriso, ma ha dimenticato la sua timidezza incominciando a parlare come un fiume in piena.

La scienza, la fisica, l’elettronica partono da principi che tutti possono imparare: la straordinarietà di un oggetto sta anche dietro la bellezza della sua semplicità. In questo caso non è solo l’idea di indossare una luce che si illumina sempre, ma la forza creativa di quelle piccole mani che sono riuscite a portare la luce a partire da poco o niente.