Il metodo | Robo&Bobo
Un progetto di DEAR - Design Around, scopri come sostenerci

La ricchezza di Robo&Bobo sta nella dimensione multidisciplinare con cui è stato concepito il lavoro. Il progetto si avvale della collaborazione di un team di professionisti che operano negli ambiti dell’architettura e del design, della comunicazione e della tecnologia, della user research e del management, della psicologia, della pedagogia, della sociologia e delle scienze antropologiche.

Le attività proposte da Robo&Bobo danno valore allo strumento digitale non solo come fine, ma come mezzo per formare i giovani ospedalizzati su STEAM (Science, Technology, Engineering, Arts, Math) in modo stimolante e ludico: Robo è un appunto robottino, e Bobo è  un giovane maker, il suo compagno e artefice.

I ragazzi coinvolti diventano costruttori attivi del proprio percorso di apprendimento, orientato al perseguimento di una crescente riflessione, consapevolezza e autovalutazione dei propri processi conoscitivi.

Il piano di attività formative consiste:

  1. nella creazione di artefatti interattivi semplificati, personalizzabili attraverso la combinazione di materiali comuni e di riciclo con componenti elettronici e sensori;

  2. nella definizione di percorsi di apprendimento modulari e progressivi per rispondere alle esigenze e all’interesse dei ragazzi che vivono periodi di degenza più lunghi.

I racconti della nostra metodologia multidisciplinare